File system boot.

classic Classic list List threaded Threaded
18 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

File system boot.

Marco Bartocci
Salve lista, quando creo una partizione /boot separata (primaria) quale file system devo assegnargli? può andare ext4 o meglio ext3, ext2?

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

mapreri
2013/2/12 Marco B <[hidden email]>
Salve lista, quando creo una partizione /boot separata (primaria) quale file system devo assegnargli? può andare ext4 o meglio ext3, ext2?

ext2 non c'è più alcun motivo di usarlo, ormai è deprecato come mi bisnonna...

tra ext3 e 4 a meno di richieste particolari (multiblock allocation, delayed allocation, journal checksum. fast fsck, etc) non cambia moltissimo. Il numero massimo di file e di directory annidate è aumentato, è più sicuro.
Qualcuno ha notato una minuscola diminuzione di performance (mi domando come l'ha calcolata -.-), ma non la sentirai mai.

La directory per /boot: ci son persone che danno a /boot un ex2, mente al resto dentro un lvm un ext4.. A parte lvm, non ho mai capito neanch'io perchè usare uno standard del 1993 e superato ormai da più di 10 anni da ext3 per /boot. Grub riesce a bootare da ext4 quasi da prima che uscisse lo standard -.-'

Quindi, in sintesi: ext2 scartalo, è vecchio, e nessuno riesce a spiegarmi perchè usarlo; ext3 e 4 sono indifferenti per una partizione dalla così scarsa importanza (una volta avviato non serve a niente, e in realtà, se sei bravo, un singolo kernel puoi usarlo per bootare più sistemi indifferentemente...), scegline uno e via.

--
regards,
                                                Mattia Rizzolo

GPG key: 2048R/B530D76B    http://goo.gl/AEW5U
GPG Key: 4096R/B9444540    http://goo.gl/I8TMB
Launchpad User:    https://launchpad.net/~mapreri
Ubuntu Wiki page:   https://wiki.ubuntu.com/MattiaRizzolo

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu
In reply to this post by Marco Bartocci
Il giorno 12 febbraio 2013 20:59, Marco B <[hidden email]> ha scritto:
Salve lista, quando creo una partizione /boot separata (primaria) quale file system devo assegnargli? può andare ext4 o meglio ext3, ext2?

Oltre a quotare quando ha detto Mattia aggiungerei che la principale differenza tra ext3/4 e ext2 è il journaling. Nei primi due è presente, nell'ultimo no. Per una partizione di boot è indifferente, perché i file sono pressoché statici.
Se la partizione di boot è però dedicata a un bootloader EFI, allora deve essere necessariamente formattata in FAT32. Alcuni firmware leggono anche Ext e NTFS, ma la maggior parte no: ad esempio, io ho creato un disco di installazione di Windows con WinUSB, che mette tutto in una partizione NTFS. Non l'ho potuto usare perché Windows, per installarsi in una partizione GPT richiede assolutamente che sia avviato da file EFI, e il mio firmware non legge partizioni NTFS.

--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Marco Bartocci
Beh, siete stati anche fin troppo esaurienti. Anzi a dire il vero avete anche tirato fuori termini a me sconosciuti, essendo sostanzialmente abbanstanza ignorante in materia. Ero quasi sicuro nell'usare ext4, mi era solo venuto il dubbio leggendo per caso alcuni commenti tra i vari forum, e se non ricordo male parlavano proprio di velocità delle prestazioni, ecco perchè mi sono posto il problema. Quello che non ho molto chiaro dalle vostre risposte è il discorso dell'EFI.

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu

Il giorno 13 febbraio 2013 14:44, Marco B <[hidden email]> ha scritto:
Beh, siete stati anche fin troppo esaurienti. Anzi a dire il vero avete anche tirato fuori termini a me sconosciuti, essendo sostanzialmente abbanstanza ignorante in materia. Ero quasi sicuro nell'usare ext4, mi era solo venuto il dubbio leggendo per caso alcuni commenti tra i vari forum, e se non ricordo male parlavano proprio di velocità delle prestazioni, ecco perchè mi sono posto il problema. Quello che non ho molto chiaro dalle vostre risposte è il discorso dell'EFI.

I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)
Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il driver per usarla.
Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem di CD e DVD.

--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Marco Bartocci

I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)
Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il driver per usarla.
Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem di CD e DVD.


Ora è più chiaro. Dunque il pc su cui devo installare Linux, è un Asus x501a-xx232h, comprato da pochi giorni, lo vendono con Win8, (o anche con Ubuntu preinstallato).
il Bios è:  Aptio  versione 2.15.1226  2012  American Megatrends, e infatti sulla schermata di uscita prensenta "Launch EFI Shell from filesystem device". 
Al momento ho provato da Usb le live di Ubuntu e Mint, e girano ottimamente e vorrei installarne una delle due, poi lascerò una partizione per eventualmente provare altra distro, sempre Linux comunque. C'è modo di sapere con quale filesystem è meglio formattare la partizione di /boot? o posso verificarlo solo dopo installazione?

Marco.

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Luca 'remix_tj' Lorenzetto


Il giorno 13/feb/2013 18:22, "Marco B" <[hidden email]> ha scritto:
> C'è modo di sapere con quale filesystem è meglio formattare la partizione di /boot? o posso verificarlo solo dopo installazione?

Perché non usare il normale ext4? Per efi basta non cancellare la partizione di servizio, al resto si arrangia il sistema di installazione


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Giovanni Ortosecco
In reply to this post by Marco Bartocci
Il 13/02/2013 18:22, Marco B ha scritto:

>
>     I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e
>     altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi
>     computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o
>     UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che
>     permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva
>     venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)
>     Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano
>     letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della
>     partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa
>     regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI
>     bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema
>     legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si
>     trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB,
>     mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le
>     parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra
>     partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è
>     probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il
>     driver per usarla.
>     Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il
>     filesystem di CD e DVD.
>
>
> Ora è più chiaro. Dunque il pc su cui devo installare Linux, è un Asus
> x501a-xx232h, comprato da pochi giorni, lo vendono con Win8, (o anche
> con Ubuntu preinstallato).
> il Bios è:  Aptio  versione 2.15.1226  2012  American Megatrends, e
> infatti sulla schermata di uscita prensenta "Launch EFI Shell from
> filesystem device".
> Al momento ho provato da Usb le live di Ubuntu e Mint, e girano
> ottimamente e vorrei installarne una delle due, poi lascerò una
> partizione per eventualmente provare altra distro, sempre Linux
> comunque. C'è modo di sapere con quale filesystem è meglio formattare
> la partizione di /boot? o posso verificarlo solo dopo installazione?
>
> Marco.
>

Come detto da chi mi ha preceduto e per esperienza personale con gli
Asus, procedi con una ext4.
In effetti ho verificato la compatibilità con Ubuntu qui:

http://www.ubuntu.com/certification/hardware/201209-11782/

e come dicevi giustamente c'è anche la versione con Ubuntu preinstallato.
Ti consiglio la versione 12.04 LTS (il Pangolino è molto affidabile).
Io partizionerei "/boot", e "/" (root) con ext4.
Se ci sono differenti proposte, più tecniche, da parte di utenti con più
esperienza, comunque segui queste ultime.

Saluti,
Giovanni


--
Inviata da:
Ubuntu 12.04 LTS - Precise Pangolin
Thunderbird Mozilla

http://www.ubuntu-it.org/progetto
http://wiki.ubuntu-it.org/
Usa software libero!


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Marco Bartocci
In reply to this post by Luca 'remix_tj' Lorenzetto

Perché non usare il normale ext4? Per efi basta non cancellare la partizione di servizio, al resto si arrangia il sistema di installazione

Ok, allora mi sembra che posso procedere con ext4. L'unica cosa che vorrei specificare è che al momento il mio hard disk è vuoto, avevo già provveduto a ripulirlo prima di installare Linux, non vorrei aver fatto danni cancellando qualcosa che non avrei dovuto. (Non avevo intenzione di fare un dualboot con Win)

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

Giovanni Ortosecco
Il 13/02/2013 18:52, Marco B ha scritto:

>
>     Perché non usare il normale ext4? Per efi basta non cancellare la
>     partizione di servizio, al resto si arrangia il sistema di
>     installazione
>
>
> Ok, allora mi sembra che posso procedere con ext4. L'unica cosa che
> vorrei specificare è che al momento il mio hard disk è vuoto, avevo
> già provveduto a ripulirlo prima di installare Linux, non vorrei aver
> fatto danni cancellando qualcosa che non avrei dovuto. (Non avevo
> intenzione di fare un dualboot con Win)
>

Va bene così: assicurati che sia vuoto, senza partizioni.
Se devi partizionare, a questo punto, o con GParted da live, oppure con
lo stesso cd di Ubuntu (o chiavetta USB) in fase di installazione del
sistema.

Crea le partizioni con il metodo manuale:

"/boot", con filesystem ext4 (dagli circa 1 GB di spazio)

"/swap" (io do il valore in MB pari alla RAM, es. se hai 2 GB di RAM,
dai 2000 MB)

"/", con filesystem ext4 (il restante spazio del disco, o in alternativa
continua a partizionare per "/home", "/var" e così via).

Successivamente installa il sistema come da indicazioni da interfaccia
grafica.

Ciao.
Giovanni

--
Inviata da:
Ubuntu 12.04 LTS - Precise Pangolin
Thunderbird Mozilla

http://www.ubuntu-it.org/progetto
http://wiki.ubuntu-it.org/
Usa software libero!


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

R: File system boot.

Domenico Tarricone
In reply to this post by davideddu

Ciao a tutti,

 

scusate se mi inserisco nella conversazione.

 

Leggendo la mail di Davide mi sembra di capire ( ma forse mi sbaglio ) che l’EFI Bios  potrebbe dare dei problemi  all’installazione di Ubuntu    ( a causa del Safe Boot ) ?

 

Io  circa un anno fa  ( prima di  “entrare “ in Ubuntu ) mi sono assemblato un pc desktop  la cui scheda madre è una Asus,   con  EFI Bios.

 

Ora, su questo pc  ho Win 8.     Tuttavia quando ho provato  Ubuntu, con un live CD  contenente  una copia  di  una Ubuntu Plus ( scaricata dal sito del Majorana ),   non ho avuto problemi.

 

Qualora decidessi di installare Ubuntu, in dual bott con Win 8, potrei averne?

 

Grazie.

 

 

Da: [hidden email] [mailto:[hidden email]] Per conto di Davide Depau
Inviato: mercoledì 13 febbraio 2013 17:16
A: Supporto per gli utenti Italiani di Ubuntu
Oggetto: Re: [ubuntu-it] File system boot.

 

 

Il giorno 13 febbraio 2013 14:44, Marco B <[hidden email]> ha scritto:

Beh, siete stati anche fin troppo esaurienti. Anzi a dire il vero avete anche tirato fuori termini a me sconosciuti, essendo sostanzialmente abbanstanza ignorante in materia. Ero quasi sicuro nell'usare ext4, mi era solo venuto il dubbio leggendo per caso alcuni commenti tra i vari forum, e se non ricordo male parlavano proprio di velocità delle prestazioni, ecco perchè mi sono posto il problema. Quello che non ho molto chiaro dalle vostre risposte è il discorso dell'EFI.

 

I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)

Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il driver per usarla.

Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem di CD e DVD.


--

Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo ↓ programma open-source


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

giorgio cambri
In reply to this post by davideddu
Il 13/02/2013 17:15, Davide Depau ha scritto:

>
> Il giorno 13 febbraio 2013 14:44, Marco B <[hidden email]
> <mailto:[hidden email]>> ha scritto:
>
>     Beh, siete stati anche fin troppo esaurienti. Anzi a dire il vero
>     avete anche tirato fuori termini a me sconosciuti, essendo
>     sostanzialmente abbanstanza ignorante in materia. Ero quasi sicuro
>     nell'usare ext4, mi era solo venuto il dubbio leggendo per caso
>     alcuni commenti tra i vari forum, e se non ricordo male parlavano
>     proprio di velocità delle prestazioni, ecco perchè mi sono posto il
>     problema. Quello che non ho molto chiaro dalle vostre risposte è il
>     discorso dell'EFI.
>
>
> I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC
> precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno
> un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended
> Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il
> mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano
> inventato...)
> Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti
> alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione
> (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto
> si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una
> partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti
> particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa
> partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col
> vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto
> sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in
> FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il
> driver per usarla.
> Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem
> di CD e DVD.
>
> --
> Davide
>
> *Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia
> di questo ↓ programma open-source
> *
> <http://bashkaraoke.altervista.org>
>
>
Scusa ma se io mi compro un pc con WIN 8 preintsllato e intendo ramare
tutto e installarci sopra Ubuntu, che diavolo succede? Perché le cose
che scrivi sono piuttosto allarmanti. Il  sospetto che mi fai venire è
che se acquisisci un pc di marca con bundle win con l'EFI installato a
bordo (al posto del BIOS) avrai dei problemi a renderlo non solo dual
booting ma anche solo linux booting.
Magari ho frainteso ma mi interessa molto avere chiara questa cosa.

Ciao e grazie

--
Giorgio Cambri

Genova,via oliveto 5/9

"Noi siamo l'istante che divide in due l'eternità"

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

paolo massei
* mercoledì 13 febbraio 2013, alle 20:33, giorgio cambri wrote:
> Scusa ma se io mi compro un pc con WIN 8 preintsllato e intendo
> ramare tutto e installarci sopra Ubuntu, che diavolo succede? Perché
> le cose che scrivi sono piuttosto allarmanti. Il  sospetto che mi
> fai venire è che se acquisisci un pc di marca con bundle win con
> l'EFI installato a bordo (al posto del BIOS) avrai dei problemi a
> renderlo non solo dual booting ma anche solo linux booting.
> Magari ho frainteso ma mi interessa molto avere chiara questa cosa.

Qualcuno ha un puntatore a qualcosa che spieghi bene la storia efi?

Intendo: ho appena acquistato (e felicemente sostituito) una asus-m5a97-le-r2.0
che ha su il suo UEFI bios; Il linux  che era ( ed e' tuttora) nei dischi
non si e' lamentato di nulla ed ha fatto boot tranquillo e beato, vedendo al volo
gli 8 core dell'Amd e i 32 giga di ram.
Non ho partizioni di boot e i miei filesystem ( sparsi su 4 dischi) son tutti
"xfs". L'unica traccia di un windows e' una vetusta macchina virtuale XP avviata una
volta ogni tanto.
Ergo, non mi son dovuto preoccupare di nulla e lilo fa boot senza lagnarsi.

Mi piacerebbe pero' saperne di piu', su questo cavolo di (U)EFI, che ogni tanto resto
indietro, con l'hardware...

;-)

P.
--
Ladies and Gentlemen: Elvis has just left the building.


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu
In reply to this post by Marco Bartocci
Il giorno 13 febbraio 2013 18:22, Marco B <[hidden email]> ha scritto:

I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)
Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il driver per usarla.
Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem di CD e DVD.


Ora è più chiaro. Dunque il pc su cui devo installare Linux, è un Asus x501a-xx232h, comprato da pochi giorni, lo vendono con Win8, (o anche con Ubuntu preinstallato).
il Bios è:  Aptio  versione 2.15.1226  2012  American Megatrends, e infatti sulla schermata di uscita prensenta "Launch EFI Shell from filesystem device". 
Al momento ho provato da Usb le live di Ubuntu e Mint, e girano ottimamente e vorrei installarne una delle due, poi lascerò una partizione per eventualmente provare altra distro, sempre Linux comunque. C'è modo di sapere con quale filesystem è meglio formattare la partizione di /boot? o posso verificarlo solo dopo installazione?

Con EFI fai l'installazione automatica. Tipo se hai ancora Win 8 metti installa Ubuntu accanto a Windows. In ogni caso l'importante è avere come prima partizione una partizione FAT da almeno 100 MB, che deve essere montata in /boot/efi. Puoi anche usare un'altra partizione da montare in /boot, ma per avere buon esito l'installazione deve essere montata lì.
A meno che tu non stia usando una tabella di partizioni MBR, ma mi sembra poco probabile con un PC con Win 8.
 
--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu
Ho letto adesso le nuove domande su EFI, Win 8, Secure boot e Ubuntu.

  • Consiglio generale per tutti: usate le opzioni di installazione automatiche, sia che vogliate installare Ubuntu accanto a Windows sia che vogliate tenere solo Ubuntu.
  • Per gli smanettoni che vogliono usare l'installazione manuale: come ho detto nell'email sopra, dovrete creare una partizione FAT32 con flag boot (prima mi sono dimenticato di dirlo) e dovete specificare nell'installazione che il punto di mount è /boot/efi. Inoltre la tabella delle partizioni deve possibilmente essere GPT e non MBR/MSDOS (non potrete però installarci Win a 32 bit).

Secure boot: il mio unico consiglio è di usare Quantal/Raring e non Precise. Anche se penso che Precise funzioni lo stesso, con Quantal/Raring andate sul sicuro perché ha il bootloader firmato come richiesto da microzozz. Se dovreste avere problemi disattivate il secure boot.



Il giorno 13 febbraio 2013 22:02, Davide Depau <[hidden email]> ha scritto:
Il giorno 13 febbraio 2013 18:22, Marco B <[hidden email]> ha scritto:


I nuovi computer (tutti quelli con Windows 8, i Mac più nuovi e altri PC precedenti, come il mio) non hanno il BIOS come i vecchi computer: hanno un nuovo software che lo sostituisce, l'EFI (o UEFI, Unified Extended Firmware Interface), che è quello che permette il famoso "Safe boot" (il mio PC fortunatamente veniva venduto con Vista, e ancora non l'avevano inventato...)
Questo EFI ha un nuovo metodo di avvio: mentre col BIOS venivano letti alcuni bytes in una sezione iniziale dell'hard disk o della partizione (GRUB salva le parti essenziali di se stesso in questa regione; il resto si trova nella partizione di boot), nell'EFI bisogna avere una partizione intera dedicata all'avvio: il sistema legge infatti particolari programmi con estensione ".EFI" che si trovano in questa partizione (anche in questo caso, GRUB, mantenendo la compatibilità col vecchio BIOS, include solo le parti essenziali nel file .efi, il resto sta in un'altra partizione). Se però la partizione non è formattata in FAT, è probabile che l'EFI non riesca a leggerla, perché non possiede il driver per usarla.
Il mio EFI ha solo il driver per le partizioni FAT e per il filesystem di CD e DVD.


Ora è più chiaro. Dunque il pc su cui devo installare Linux, è un Asus x501a-xx232h, comprato da pochi giorni, lo vendono con Win8, (o anche con Ubuntu preinstallato).
il Bios è:  Aptio  versione 2.15.1226  2012  American Megatrends, e infatti sulla schermata di uscita prensenta "Launch EFI Shell from filesystem device". 
Al momento ho provato da Usb le live di Ubuntu e Mint, e girano ottimamente e vorrei installarne una delle due, poi lascerò una partizione per eventualmente provare altra distro, sempre Linux comunque. C'è modo di sapere con quale filesystem è meglio formattare la partizione di /boot? o posso verificarlo solo dopo installazione?

Con EFI fai l'installazione automatica. Tipo se hai ancora Win 8 metti installa Ubuntu accanto a Windows. In ogni caso l'importante è avere come prima partizione una partizione FAT da almeno 100 MB, che deve essere montata in /boot/efi. Puoi anche usare un'altra partizione da montare in /boot, ma per avere buon esito l'installazione deve essere montata lì.
A meno che tu non stia usando una tabella di partizioni MBR, ma mi sembra poco probabile con un PC con Win 8.
 
--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source



--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu
In reply to this post by paolo massei
Il giorno 13 febbraio 2013 20:53, paolo massei <[hidden email]> ha scritto:
* mercoledì 13 febbraio 2013, alle 20:33, giorgio cambri wrote:
> Scusa ma se io mi compro un pc con WIN 8 preintsllato e intendo
> ramare tutto e installarci sopra Ubuntu, che diavolo succede? Perché
> le cose che scrivi sono piuttosto allarmanti. Il  sospetto che mi
> fai venire è che se acquisisci un pc di marca con bundle win con
> l'EFI installato a bordo (al posto del BIOS) avrai dei problemi a
> renderlo non solo dual booting ma anche solo linux booting.
> Magari ho frainteso ma mi interessa molto avere chiara questa cosa.

Qualcuno ha un puntatore a qualcosa che spieghi bene la storia efi?

Intendo: ho appena acquistato (e felicemente sostituito) una asus-m5a97-le-r2.0
che ha su il suo UEFI bios; Il linux  che era ( ed e' tuttora) nei dischi
non si e' lamentato di nulla ed ha fatto boot tranquillo e beato, vedendo al volo
gli 8 core dell'Amd e i 32 giga di ram.
Non ho partizioni di boot e i miei filesystem ( sparsi su 4 dischi) son tutti
"xfs". L'unica traccia di un windows e' una vetusta macchina virtuale XP avviata una
volta ogni tanto.
Ergo, non mi son dovuto preoccupare di nulla e lilo fa boot senza lagnarsi.

Mi piacerebbe pero' saperne di piu', su questo cavolo di (U)EFI, che ogni tanto resto
indietro, con l'hardware...

;-)

Probabilmente non usava tutti gli stratagemmi di avvio moderni, ma il classico e più noto MBR.
Anche il mio PC era così, finché non mi sono schizzato e ho deciso di attivare l'EFI. All'inizio è una scocciatura ma una volta che capisci come funziona è più comodo, perché non devi più ripristinare GRUB via live cd dopo aver installato un altro OS: semplicemente tutti gli OS "propongono" il loro bootloader, e l'utente sceglie quale avviare come quando sceglie se avviare da CD o USB...

--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

paolo massei
* mercoledì 13 febbraio 2013, alle 22:13, Davide Depau wrote:
>
> Probabilmente non usava tutti gli stratagemmi di avvio moderni, ma il classico
> e più noto MBR.

Beh, si: lilo nell'mbr...

> Anche il mio PC era così, finché non mi sono schizzato e ho deciso di attivare
> l'EFI. All'inizio è una scocciatura ma una volta che capisci come funziona è
> più comodo, perché non devi più ripristinare GRUB via live cd dopo aver
> installato un altro OS: semplicemente tutti gli OS "propongono" il loro
> bootloader, e l'utente sceglie quale avviare come quando sceglie se avviare da
> CD o USB...

Hmmm... considerato che dovro' installare una macchina in "forse" dualboot, mi sa
che tocchera' dargli un'occhiata, anche se il lilo.conf e' molto flessibile
;)

P.

--
Ladies and Gentlemen: Elvis has just left the building.


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: File system boot.

davideddu
Il giorno 13 febbraio 2013 22:29, paolo massei <[hidden email]> ha scritto:
* mercoledì 13 febbraio 2013, alle 22:13, Davide Depau wrote:
>
> Probabilmente non usava tutti gli stratagemmi di avvio moderni, ma il classico
> e più noto MBR.

Beh, si: lilo nell'mbr...

> Anche il mio PC era così, finché non mi sono schizzato e ho deciso di attivare
> l'EFI. All'inizio è una scocciatura ma una volta che capisci come funziona è
> più comodo, perché non devi più ripristinare GRUB via live cd dopo aver
> installato un altro OS: semplicemente tutti gli OS "propongono" il loro
> bootloader, e l'utente sceglie quale avviare come quando sceglie se avviare da
> CD o USB...

Hmmm... considerato che dovro' installare una macchina in "forse" dualboot, mi sa
che tocchera' dargli un'occhiata, anche se il lilo.conf e' molto flessibile
;)

Io non ho mai usato Lilo, non penso comunque che sia compatibile con EFI. Io uso GRUB.
Sappi però che dovrai reinstallare tutto e formattare l'HDD in GPT (controlla prima nelle impostazioni del firmware che il boot da file efi sia attivo, altrimenti non ti legge la tabella di partizioni GPT e devi levare l'hard disk per farlo partire) e che i sistemi operativi non linux non leggeranno la tabella delle partizioni.
Poi se il tuo sistema lo permette ti consiglio di attivare il menu di avvio: ti escono i sistemi operativi (anzi i bootloader dei sistemi operativi) installati e le altre opzioni di boot (da hard disk, utile se ad esempio installi Mac OS X col bootloader Chameleon, che non so come cavolo faccia ad avviarsi senza file efi, da CD, USB e Ethernet).

--
Davide

Cercasi  programmatore Python esperto anche di GTK+ 3 per l'interfaccia di questo programma open-source

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette