Proposta per mailing list

classic Classic list List threaded Threaded
73 messages Options
1234
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Proposta per mailing list

Francesco Conti
Vista l'ondata di niubbi o chi per loro che si iscrivono alla mailing
lista senza sapere cosa sia una mailing list e quali su quali regole si
basi: perche' non aggiungiamo al link delle opzioni la dicitura "per
cancellare l'abbonamento a ubuntu-it clicca qui" ?

Ciao
--

Francesco Conti

http://www.corimtec.com
http://moosesoom.blogspot.com


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Fabio Marzocca
2008/2/12 Francesco Conti <[hidden email]>:
> Vista l'ondata di niubbi o chi per loro che si iscrivono alla mailing
> lista senza sapere cosa sia una mailing list e quali su quali regole si
> basi: perche' non aggiungiamo al link delle opzioni la dicitura "per
> cancellare l'abbonamento a ubuntu-it clicca qui" ?


e quale sarebbe il link delle opzioni?

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Fabio Marzocca
2008/2/12 Fabio Marzocca <[hidden email]>:
>
> e quale sarebbe il link delle opzioni?
>


ah... vuoi dire alla signature?

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Luca Cappelletti
In reply to this post by Francesco Conti
2008/2/12 Francesco Conti <[hidden email]>:


basi: perche' non aggiungiamo al link delle opzioni la dicitura "per
cancellare l'abbonamento a ubuntu-it clicca qui" ?


Concordo pienamente.

Un link diretto con testo molto esplicito e semplice [CANCELLAMI DALLA LISTA] click e si va diretti alla password per mailman



--
---
Luca Cappelletti
Infodomestic.com

"...Together we stand, divided we fall."

.O.
..O
OOO

http://developer.infodomestic.com

GTalk: luca <dot> cappelletti <at> gmail <dot> com
Jabber: luca <dot> cappelletti <at> jabber <dot> org
MSN: luca <dot> cappelletti <at> gmail <dot> com
Skype: luca <dot> cappelletti
Linux Registered User: #223411
Ubuntu Registered User: #7221
http://www.advogato.org/person/mutek/
http://persone.softwarelibero.org/person/mutek
https://wiki.ubuntu.com/LucaCappelletti/
"l'intelligenza è utile per la sopravvivenza se ci permette di estinguere una cattiva idea prima che la cattiva idea estingua noi"

"La chiave di ogni uomo è il suo pensiero. Benché egli possa apparire saldo e autonomo, ha un criterio cui obbedisce, che è l'idea in base alla quale classifica tutte le cose. Può essere cambiato solo mostrandogli una nuova idea che sovrasti la sua"

"Uno studioso è soltanto un modo in cui una biblioteca crea un'altra biblioteca "
--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Max Franco
oltre al link per la 'disiscrizione'...
rilancio! :)


perché non creare una mailing list apposita per utenti alle prime armi?
roba tipo 'primipassi' (copio spudoratamente idea del flug :-) )

basterebbe cercare qualche volontario che si prendesse carico
dell'assistenza dei nuovi utenti....

io l'ho buttata lì...

ciao

Max


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Francesco Conti
> perché non creare una mailing list apposita per utenti alle prime armi?
> roba tipo 'primipassi' (copio spudoratamente idea del flug :-) )

Non sono d'accordo perche' senza noi (che siamo ai secondi e forse ai
terzi passi :-) cosa fanno quelli ai primi passi? Si guardano negli
occhi? Tanto varrebbe dirottarli ai forum di ubuntu.com.

E poi dove andrebbe a finire l'abbraccio globale che costituisce l'idea
di base di Ubuntu? :)

W la lista unica!!! (pero' con i link espliciti ;-)

--

Francesco Conti

http://www.corimtec.com
http://moosesoom.blogspot.com


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

willy-17
In reply to this post by Max Franco
il problema sta proprio in questo...

se i primipassi rimangono da soli che imparano?
hai mai avuto un amico che ne sa un po più di te e ti ha insegnato qualcosa di utile in metà tempo?

io si, e se oggi non scrivo rm -rf / da root lo devo anche a chi ha perso tempo per spiegarmi le cose...

mi danno molto più fastidio i flame di politica, calcio o altre boiate che si scambiano i lolloni che non sanno stare alloro posto...



On 12/02/2008, Max <[hidden email]> wrote:
oltre al link per la 'disiscrizione'...
rilancio! :)


perché non creare una mailing list apposita per utenti alle prime armi?
roba tipo 'primipassi' (copio spudoratamente idea del flug :-) )

basterebbe cercare qualche volontario che si prendesse carico
dell'assistenza dei nuovi utenti....

io l'ho buttata lì...

ciao

Max


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette



--
luca.galliani
--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Max Franco
willy ha scritto:
> il problema sta proprio in questo...
>
> se i primipassi rimangono da soli che imparano?
> hai mai avuto un amico che ne sa un po più di te e ti ha insegnato
> qualcosa di utile in metà tempo?
> io si, e se oggi non scrivo rm -rf / da root lo devo anche a chi ha
> perso tempo per spiegarmi le cose...

riposto quello che avevo scritto:

>     basterebbe cercare qualche volontario che si prendesse carico
>     dell'assistenza dei nuovi utenti....

ovviamente tra i volontari mi ci metto sin da subito...
anche se pure io sono al massimo 'secondipassi, come diceva qualcun altro :)

non si tratta di lasciare le persone inesperte da sole, ma di fornire
alle persone inesperte un ambiente più confortevole, in cui le persone
esperte che ci starebbero lo farebbero proprio con lo scopo di aiutarli.
questo renderebbe tutto più sereno, perché quelli più 'navigati' che non
ne avessero voglia non dovrebbero sorbirsi l'ennesima richiesta su come
vedere i dvd, i neoutenti potrebbero sentirsi meno in 'ansia' di
sembrare fessi, e i 'volontari' sarebbero felici di fare una cosa che
ritengono utile.

i miei 2 (euro) centesimi

max


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Manuel Durando-2
In ambiente linux già la frammentazione è eccessiva, se ci mettiamo
pure dividere le mailing list è peggio ancora.
Dividere le risorse non è 1 buona idea.

Ma mettere il link esplicito nella firma si, perché ogni 3 giorni
salta fuori il tipo che si vuole "levare" (?!?!) dalla lista.

Ciao,
Manuel
--
Linux User #392614
http://counter.li.org

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

willy-17
In reply to this post by Max Franco
ti assicuro che le basi servono più a me ripassandole,
che a chi chiede per sapere qualcosa ex novo...

ci sono tanti aspetti che ignoro delle innovazioni che oramai da una vita lascio perdere, e conosco comunque solo perchè gente mi chiede qualche consiglio e me le vado a rivedere, stessa cosa in mailing list, non siamo tutti sistemisti, ci sono anche programmatori, assemblatori, grafici esperti di grafica, rabdomanti, sciatori, speleologi... questo è il bello del nostro sistema...

la disomogeneità del movimento open, e la frammentazione che c'è tra  le varie distro non è un bene ai fini della conquista del monopolio informatico, ma in effetti spero che qui nessuno lo voglia veramente, spero che la disomogeneità tutti la vediamo come un pregio.

... Linux non è redmond2 ...
... Noi non siamo come loro ...

D'altra parte, invece, il movimento open deve essere un luogo senza titoli e senza limiti, dove tutti sono liberamente connessi con tutti... a tutti i livelli, se non vi piace la mailing list, apritevi un forum di superuser powerroot che possono iscriversi solamente creando una tunnellig ssh e compilando il form da telnet sulla porta 8081...
;-)

soprattutto, frazionando le liste, che si vuole fare?, dopo due o tre domande "banali", l'utente viene espulso nella mailing list precedente?, oppure bisogna superare un esame per passare alla mailing list successiva?
tra qualche anno ci saranno i punteggi per salire di graduatoria, e le fazioni rivali che non aiutano gli altri per paura di essere messi in lista guest, a causa di un consiglio errato, o obsoleto?

meditiamo sulla libertà, e del fatto che gente si è sacrificata per farcela ottenere...


On 12/02/2008, Max <[hidden email]> wrote:
willy ha scritto:
> il problema sta proprio in questo...
>
> se i primipassi rimangono da soli che imparano?
> hai mai avuto un amico che ne sa un po più di te e ti ha insegnato
> qualcosa di utile in metà tempo?
> io si, e se oggi non scrivo rm -rf / da root lo devo anche a chi ha
> perso tempo per spiegarmi le cose...

riposto quello che avevo scritto:

>     basterebbe cercare qualche volontario che si prendesse carico
>     dell'assistenza dei nuovi utenti....

ovviamente tra i volontari mi ci metto sin da subito...
anche se pure io sono al massimo 'secondipassi, come diceva qualcun altro :)

non si tratta di lasciare le persone inesperte da sole, ma di fornire
alle persone inesperte un ambiente più confortevole, in cui le persone
esperte che ci starebbero lo farebbero proprio con lo scopo di aiutarli.
questo renderebbe tutto più sereno, perché quelli più 'navigati' che non
ne avessero voglia non dovrebbero sorbirsi l'ennesima richiesta su come
vedere i dvd, i neoutenti potrebbero sentirsi meno in 'ansia' di
sembrare fessi, e i 'volontari' sarebbero felici di fare una cosa che
ritengono utile.

i miei 2 (euro) centesimi

max


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette



--
luca.galliani
--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Adalberto Mazzotta
Io invece ce l'ho con quelle persone che credendosi "superiori" (di cosa
poi?!?) criticano qualsiasi richiesta che per loro risulta scontata o
ovvia.. Non è questo lo spirito open source... Basterebbe eliminare
questi atteggiamenti secondo me poco corretti per far fuzionare a dovere
questa mailing list.  sono d'accordissimo per quanto riguarda il link in
firma

saluti mazzottino

willy ha scritto:

> ti assicuro che le basi servono più a me ripassandole,
> che a chi chiede per sapere qualcosa ex novo...
>
> ci sono tanti aspetti che ignoro delle innovazioni che oramai da una
> vita lascio perdere, e conosco comunque solo perchè gente mi chiede
> qualche consiglio e me le vado a rivedere, stessa cosa in mailing
> list, non siamo tutti sistemisti, ci sono anche programmatori,
> assemblatori, grafici esperti di grafica, rabdomanti, sciatori,
> speleologi... questo è il bello del nostro sistema...
>
> la disomogeneità del movimento open, e la frammentazione che c'è tra  
> le varie distro non è un bene ai fini della conquista del monopolio
> informatico, ma in effetti spero che qui nessuno lo voglia veramente,
> spero che la disomogeneità tutti la vediamo come un pregio.
>
> ... Linux non è redmond2 ...
> ... Noi non siamo come loro ...
>
> D'altra parte, invece, il movimento open deve essere un luogo senza
> titoli e senza limiti, dove tutti sono liberamente connessi con
> tutti... a tutti i livelli, se non vi piace la mailing list, apritevi
> un forum di superuser powerroot che possono iscriversi solamente
> creando una tunnellig ssh e compilando il form da telnet sulla porta
> 8081...
> ;-)
>
> soprattutto, frazionando le liste, che si vuole fare?, dopo due o tre
> domande "banali", l'utente viene espulso nella mailing list
> precedente?, oppure bisogna superare un esame per passare alla mailing
> list successiva?
> tra qualche anno ci saranno i punteggi per salire di graduatoria, e le
> fazioni rivali che non aiutano gli altri per paura di essere messi in
> lista guest, a causa di un consiglio errato, o obsoleto?
>
> meditiamo sulla libertà, e del fatto che gente si è sacrificata per
> farcela ottenere...
>
>
> On 12/02/2008, *Max* <[hidden email] <mailto:[hidden email]>> wrote:
>
>     willy ha scritto:
>     > il problema sta proprio in questo...
>     >
>     > se i primipassi rimangono da soli che imparano?
>     > hai mai avuto un amico che ne sa un po più di te e ti ha insegnato
>     > qualcosa di utile in metà tempo?
>     > io si, e se oggi non scrivo rm -rf / da root lo devo anche a chi ha
>     > perso tempo per spiegarmi le cose...
>
>     riposto quello che avevo scritto:
>
>     >     basterebbe cercare qualche volontario che si prendesse carico
>     >     dell'assistenza dei nuovi utenti....
>
>     ovviamente tra i volontari mi ci metto sin da subito...
>     anche se pure io sono al massimo 'secondipassi, come diceva
>     qualcun altro :)
>
>     non si tratta di lasciare le persone inesperte da sole, ma di fornire
>     alle persone inesperte un ambiente più confortevole, in cui le persone
>     esperte che ci starebbero lo farebbero proprio con lo scopo di
>     aiutarli.
>     questo renderebbe tutto più sereno, perché quelli più 'navigati'
>     che non
>     ne avessero voglia non dovrebbero sorbirsi l'ennesima richiesta su
>     come
>     vedere i dvd, i neoutenti potrebbero sentirsi meno in 'ansia' di
>     sembrare fessi, e i 'volontari' sarebbero felici di fare una cosa che
>     ritengono utile.
>
>     i miei 2 (euro) centesimi
>
>     max
>
>
>     --
>     ubuntu-it mailing list
>     [hidden email] <mailto:[hidden email]>
>     Opzioni d'iscrizione -
>     https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
>     http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
>
>
>
>
> --
> luca.galliani


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

maxxx76
In reply to this post by Manuel Durando-2
Manuel Durando ha scritto:
> Ma mettere il link esplicito nella firma si, perché ogni 3 giorni
> salta fuori il tipo che si vuole "levare" (?!?!) dalla lista.
>
>  
vedrai che quello salterà fuori lo stesso


ciao




--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Max Franco
In reply to this post by willy-17
prendo atto che tutti quelli che hanno risposto sono contrari :)
senza polemica argomento solo su quest'ultima risposta:

willy ha scritto:

> soprattutto, frazionando le liste, che si vuole fare?, dopo due o tre
> domande "banali", l'utente viene espulso nella mailing list precedente?,
> oppure bisogna superare un esame per passare alla mailing list successiva?
> tra qualche anno ci saranno i punteggi per salire di graduatoria, e le
> fazioni rivali che non aiutano gli altri per paura di essere messi in
> lista guest, a causa di un consiglio errato, o obsoleto?
> meditiamo sulla libertà, e del fatto che gente si è sacrificata per
> farcela ottenere...

io non ho mai pensato a nulla di simile.. divieti, frazionamenti et
similia..
il bello della libertà (e della disomogeneità :) ) è che chiunque è
libero di adattare gli strumenti ai propri bisogni ed alle proprie
necessità.
io ho solo proposto uno strumento, di libero accesso come tutti gli altri.
un canale di comunicazione in più, semplicemente, per mettere a proprio
agio tutti, nulla vieterebbe ad un utente novello di linux di iscriversi
a questa mailing list.
semplicemente, potrebbe stare su entrambe, e rivolgere la domanda su
quella che ritenesse più appropriata.
o anche solo stare su questa e rivolgere la domanda direttamente qui.

ho avuto modo di verificare che spesso gli utenti meno esperti sono
anche spaventati da mailing list troppo tecniche, in cui non capiscono
nulla del 90% dei discorsi. niente vieterebbe loro come detto prima, di
iscriversi su entrambe.
al massimo, si potrebbe invitare un utente inesperto a postare le
proprie domande su una lista 'primipassi' piuttosto che qui.

insomma... come ho detto, forse senza essere letto... l'idea sarebbe
quella di creare ambienti più sereni, non dei ghetti.

non di frazionare, ma solo di creare spazi adeguati per esigenze
diverse. uno sviluppatore del kernel forse non ha interesse a leggere di
domande su come ricompilarlo (il kernel :) ), così come un novizio forse
preferisce evitare di leggere di come editare un makefile per
ricompilare un modulo.
senza regole rigide e senza steccati.
come ho detto, l'idea non è neppure nuova, mi sono solo permesso di
riproporre lo schema del flug, che a mio parere funziona....

detto questo, dato che siamo ampiamente ot, lascio ovviamente che i
gestori decidano a loro insindacabile parere :)

ciao
Max


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

maria.migliaccio@tiscali.it
In reply to this post by Max Franco
Max ha scritto:
> oltre al link per la 'disiscrizione'...
> rilancio! :)
>
>
> perché non creare una mailing list apposita per utenti alle prime armi?
> roba tipo 'primipassi' (copio spudoratamente idea del flug :-) )
Ciao! La trovo una buona idea, anche per noi niubbi stessi.
Permetterebbe a noi utenti alle prime armi di postare domande senza remore.
Maria

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

toccalenuvole73
In reply to this post by Manuel Durando-2
Manuel Durando ha scritto:
> In ambiente linux già la frammentazione è eccessiva, se ci mettiamo
> pure dividere le mailing list è peggio ancora.
> Dividere le risorse non è 1 buona idea.
>
> Ma mettere il link esplicito nella firma si, perché ogni 3 giorni
> salta fuori il tipo che si vuole "levare" (?!?!) dalla lista.
>

sono d'accordo, tanto più che la linea di demarcazione tra un niubbo e
un non niubbo non è così netta...


--
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
  °Toccalenuvole° LinuxUser#341092 on MTS 1000 Tamata II

  Volevo il movimento, non un'esistenza quieta. Volevo
  l'emozione il pericolo, la possibilità di sacrificare
  qualcosa al mio amore. Avvertivo dentro di me una
  sovrabbondanza di energia che non trovava sfogo in
  una vita tranquilla.
                               Lev Tolstoj
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Patrizio O.C. Melis
In reply to this post by maria.migliaccio@tiscali.it
io che proprio niubbo non sono non sono d'accordo sulla segmentazione di questa lista... questa lista deve rimanere così com'è... semmai servirebbe una lista per coloro che ritengono di essere qualche passo avanti rispetto agli altri.... ma già esistono...

piuttosto il discorso è un'altro secondo me... infatti quando ero niubbo postavo solo in quei casi non mi fosse stato possibile risolvere i problemi da me e solo in quei casi...

così mi è stato insegnato, anni orsono, da un mio caro amico che mi ha aiutato a capire non solo lo spirito del free software, ma anche l'autodisciplina che è necessaria per comprendere certi passaggi altrimenti emblematici.

in ciò io vedo una maggiore soddisfazione... quando vedi che un problema si risolve e sei tu quella persona che è riuscito a risolverlo... la sensazione non è paragonabile a nientaltro.

oggi la tendenza è un po diversa... quando c'è una difficoltà si corre subito verso la lista alla ricerca della papa pronta... e non sempre chi ne sa due righe in più ha voglia di correre in soccorso al malcapitato di turno (parlo anche di me in certi casi).

bisogna invece imparare a usare le guide on line, i wiki, e le manpages (!!!) o quantaltro venga in nostro aiuto. questo è il segreto!

scusate se mi sono dilungato... ma da ex niubbo mi sono sentito un po toccato nel profondo.

un caloroso saluto a tutti. Patrizio.


--
"O monaco fannullone! Potrò, e quando, fare dello spettacolo vivente della mia triste miseria il lavoro delle mie mani, l'amore dei miei occhi?"

Charles Baudelaire
IL MONACO CATTIVO

skype-name: cobe571
http://cobe571.googlepages.com/home
--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

toccalenuvole73
In reply to this post by Adalberto Mazzotta
[hidden email] ha scritto:
> Io invece ce l'ho con quelle persone che credendosi "superiori" (di cosa
> poi?!?) criticano qualsiasi richiesta che per loro risulta scontata o
> ovvia..

quello accade ovunque, a prescindere dal tema della lista, ormai sono 20
anni che frequento gruppi di discussione, una volta c'erano le BBS. E'
una condizione psicologica comune a diverse persone che si mettono
davanti a un monitor: perdono il lato umano e tirano fuori varie
reazioni alle repressioni che vivono quotidianamente. Sarebbe tuttavia
inutile amputare una parte di lista popolata da niubbi, quei signori si
sfogherebbero in altre maniere.


--
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
  °Toccalenuvole° LinuxUser#341092 on MTS 1000 Tamata II

  Volevo il movimento, non un'esistenza quieta. Volevo
  l'emozione il pericolo, la possibilità di sacrificare
  qualcosa al mio amore. Avvertivo dentro di me una
  sovrabbondanza di energia che non trovava sfogo in
  una vita tranquilla.
                               Lev Tolstoj
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

maria.migliaccio@tiscali.it

> quello accade ovunque, a prescindere dal tema della lista, ormai sono 20
> anni che frequento gruppi di discussione, una volta c'erano le BBS. E'
> una condizione psicologica comune a diverse persone che si mettono
> davanti a un monitor: perdono il lato umano e tirano fuori varie
> reazioni alle repressioni che vivono quotidianamente. Sarebbe tuttavia
> inutile amputare una parte di lista popolata da niubbi, quei signori si
> sfogherebbero in altre maniere.
In che senso, scusa?
Io sono una niubba, non capisco quasi un accidente di ciò che viene
scritto in questa lista e solo una volta mi sono permessa di scrivere
una richiesta di aiuto per un problema che non riuscivo a risolvere da mesi.
Capisco che all'utente esperto diano mooolto fastidio domande banali,
stupide, elementari quanto a me altrettanto infastidiscono risposte tipo
"leggi questo o quest'altro", ma appoggio la proposta proprio perché per
evitare questo atteggiamento, c'è anche gente come me che evita, per
timore reverenziale, di postare dubbi, domande e quant'altro,
producendo, come ultimo risultato, demoralizzazione da questa bella
alternativa dataci.
Maria

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

toccalenuvole73
mariapunto ha scritto:
>> quello accade ovunque, a prescindere dal tema della lista, ormai sono 20
>> anni che frequento gruppi di discussione, una volta c'erano le BBS. E'
>> una condizione psicologica comune a diverse persone che si mettono
>> davanti a un monitor: perdono il lato umano e tirano fuori varie
>> reazioni alle repressioni che vivono quotidianamente. Sarebbe tuttavia
>> inutile amputare una parte di lista popolata da niubbi, quei signori si
>> sfogherebbero in altre maniere.
> In che senso, scusa?

c'è una certa differenza tra semplici rimandi alla documentazione e
risposte sarcastico-incivili, d'altra parte se infastidisce rispondere è
sufficiente non farlo. Quindi mi pare che molto spesso dietro questo
atteggiamento ci siano vicende pregresse. D'altra parte è anche vero che
il timore "reverenziale" è positivo perchè evitando di postare si è
stimolati maggiormente a cercarsi la soluzione da sè, passando dalla
fase infantile in cui ci si aspetta sistematicamente aiuto dall'esterno
a quella adulta in cui invece le cose uno se le conquista col sudore :)



--
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
  °Toccalenuvole° LinuxUser#341092 on MTS 1000 Tamata II

  Volevo il movimento, non un'esistenza quieta. Volevo
  l'emozione il pericolo, la possibilità di sacrificare
  qualcosa al mio amore. Avvertivo dentro di me una
  sovrabbondanza di energia che non trovava sfogo in
  una vita tranquilla.
                               Lev Tolstoj
  ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Proposta per mailing list

Enrico Bassetti
In reply to this post by maria.migliaccio@tiscali.it

Il giorno mar, 12/02/2008 alle 20.07 +0100, mariapunto ha scritto:
> Capisco che all'utente esperto diano mooolto fastidio domande banali,
> stupide, elementari

Ok, ma da qui a non leggere le operazioni che si fanno ce n'è di
differenza (mi riferisco al fatto che c'è scritto come ci si può
de-iscrivere dalla lista, basta leggere...)

> quanto a me altrettanto infastidiscono risposte tipo
> "leggi questo o quest'altro",

Uhm... ubuntu è derivato da debian, e i guru debian sono del parere:
RTFM ---> Read the Fu**ed Manual... direi che è nel sangue :-P

Comunque concordo, non bisognerebbe rispondere solo leggi qua e leggi
là, semmai fare un piccolo sunto di quello che è una possibile soluzione
(anche se illustrato nelle altre pagine).

Poi ovvio bisognerebbe usare di più i motori di ricerca (google, ricerca
del wiki di ubuntu-it) per evitare di fare le stesse domande...

> ma appoggio la proposta proprio perché per
> evitare questo atteggiamento, c'è anche gente come me che evita, per
> timore reverenziale, di postare dubbi, domande e quant'altro,
> producendo, come ultimo risultato, demoralizzazione da questa bella
> alternativa dataci.

Concordo, si crea solo distacco tra i nuovi arrivati e i "sapientoni".

Enrico

--
ubuntu-it mailing list
[hidden email]
Opzioni d'iscrizione - https://lists.ubuntu.com/mailman/listinfo/ubuntu-it
http://wiki.ubuntu-it.org/Listiquette

signature.asc (196 bytes) Download Attachment
1234